D'Abruzzo N.89

D'Abruzzo

Numero 89

Anno XXIII

Primavera 2010

6,00 € prezzo rivista + 1,50 € spese di spedizione
 D'Abruzzo N.89D'Abruzzo N.89
Prezzo:
Prezzo di vendita: 7,50 €
Descrizione

TUTELA DELL'AMBIENTE
La costa dei trabocchi

ANNIVERSARIO
Ennio Flaiano

SULMONA
La cattedrale

L'AQUILA
Recupero ad arte

ITINERARIO
Le strade dei fiori

 

Una copertina, quella del numero 89, che vuole rendere omaggio a Ennio Flaiano, scrittore di origini pescaresi di cui ricorrono in questi giorni i 100 anni dalla nascita. All’interno di D’Abruzzo, in un’intervista esclusiva, Edoardo Tiboni, fondatore del Mediamuseum, racconta episodi e vicende vissute insieme allo scrittore, i rapporti di Flaiano con la sua città natale e alcuni momenti significativi del Premio Flaiano che da anni la fondazione Tiboni promuove in onore dello scrittore. Franco Celenza, autore del volume Le opere i giorni di Ennio Flaiano, ricorda la ricca produzione di Flaiano in grado di suscitare critiche e consensi.

Un grande e continuo lavoro è quello del Corpo dei Vigili del Fuoco a L’Aquila, impegnato nella realizzazione di opere provvisionali per la messa in sicurezza sia del nucleo urbano che del patrimonio storico artistico, in seguito al terremoto dell’aprile scorso, come spiega nel suo articolo l’ingegner Sergio Basti, Direttore centrale per l’emergenza ed il soccorso tecnico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Opere che richiedono un’elevata capacità tecnico-organizzativa e una collaborazione continua di enti esterni, come la Sovrintendenza ai Beni Culturali e Ambientali.

Prima L’aquila poi Torre de’ Passeri furono teatro dell’antica storia della Fonderia Mari, maestra nell’arte della fusione delle campane, raccontata in prima persona da una discendente di questa famiglia, Mariella Di Nicolantonio, ricostruendone la passione per questo importante simbolo di religiosità, tra fonti storiche e ricordi personali. Molte sono le campane realizzate per il territorio abruzzese, ma anche per Lazio e Puglia, e vari i riconoscimenti ricevuti nel tempo.

Immancabili come sempre i nostri itinerari, che in questo numero toccano le distese innevate dei Piani di Pezze, luogo di ritrovo per tutti gli appassionati di sci da fondo, a pochi chilometri da Rocca di Mezzo.
Roccaraso
, invece, si prepara a festeggiare il centenario dell’inizio delle attività sciistiche nella piana delle Cinque Miglia, che hanno introdotto un’economia “del turismo” in una zona tradizionalmente legata alla pastorizia, tanto da diventare una delle mete turistiche italiane più ambite e da essere stata scelta per ospitare i Mondiali Juniores di sci alpino nel 2012.

Nepezzano ospita un insolito allevamento, la colombaia, gestita con cura da due giovani teramani che hanno riversato la loro passione nella cura e addestramento di circa 200 colombi viaggiatori pronti a partecipare a gare percorrendo chilometri. La Federazione Colombofila Italiana, raccoglie tutti gli appassionati che si mobilitano per assistere alle gare in programma.