D'Abruzzo N.107

Autunno 2014

Anno XXVII

Numero 107
Prezzo:
Prezzo di vendita: 4,00 €
Descrizione

CULTURA

Il Tesoro di antiche sonorità

Testo di Maria Concetta Nicolai  foto di Mauro Vitale

Il Centro etnomusicologico d’Abruzzo a Pineto, allestito nella Villa Filiani, rappresenta il punto di riferimento regionale per la conservazione e consultazione dei beni demo-etno-antropologici immateriali e delle fonti musicali orali audio-visive.

 

SPECIALE SAN VALENTINO IN ABRUZZO CITERIORE

Al centro della Storia

Testo di Maria Concetta Nicolai  foto di Gino Di Paolo

Dalla preistoria all'epoca romana,  dai Longobardi agli Stati farnesiani, dal Regno di Napoli a  quello d'Italia, San Valentino in Abruzzo citeriore ha sempre rappresentato un riferimento  per l'area  che va dalla Maiella alla valle del Pescara.

La valle dell'Orta

Testo di John Forcone foto di Luca del Monaco

 La valle dell'Ortafa parte del territorio del Parco Nazionale della Majella della quale costituisce la spettacolare porta di accesso del versante occidentale, ricca di specie faunistiche e naturali.

Il custode del tempo

Testo a cura dell'associazione amici del museo dei fossili e delle ambre foto di Gino Di Paolo

Il museo  dei fossili e delle ambre  documenta la lunga storia delle formazioni geologiche e le tracce degli organismi che hanno popolato la terra con particolare riferimento al territorio.

Roba da Longobardi

Testo di Maria Concetta Nicolai  foto di Tommaso Basti

San Valentino in Abruzzo Citeriore  festeggia a San Martino un antichissimo capodanno agrario, mettendo in campo archetipi universali. Perché le corna sono una cosa seria 

 

AMBIENTE

Guardare negli occhi una balena

Testi di Claudia Gili, Vincenzo Olivieri, Sergio Guccione, Igino Piscione, Stefano Taglioli foto di Tommaso Basti 

A Vasto é stato possibile riportare in mare quattro dei sette capodogli spiaggiati grazie al lavoro sinergico di Centro Studi Cetacei, Guardia Costiera, Gruppo Sommozzatori della Guardia Costiera, Servizi Veterinari, Forze dell'Ordine, pescatori, privati cittadini e volonatri di varie associazioni

 

ARCHEOLOGIA

Nunc est calcandum

Testo e foto di Edoardo Micati

A Pietranico proseguono le ricerche storiche sull'utilizzo e la diffusione in tutto il territorio delle vasche di pigiatura scavate nelle rocce affioranti dal terreno o costruite con pietre e legante in prossimità delle vigne

 

ITINERARIO

Trekking del silenzio sui Monti della Laga

Testo di Marano Mario Viola foto di Americo Scipi 

L'associazione Mountain Wilderness propone un nuovo modo di fare trekking attraverso l'ascolto dei racconti di vita della popolazione di Pietralta, una comunità che vive secondo i ritmi della natura

 

FOTOGRAFIA

Fabio di Carlo

Intervistato da Pablo dell'Osa

 

MOSTRA

Gli Abruzzi dei contadini

Testo di Anna Rita Severini foto Museo delle Genti D'Abruzzo

Attraverso un convegno di studi, una mostra e un volume, il Museo delle Genti d'Abruzzo e l'Università dell'Aquila presentano la ricerca etno-linguistica e fotografica condotta nella regione fra il 1923 e il 1930 da due grandi studiosi: Paul Scheuermeier e Gerhard Rohlfs

 

Il Touring Club Italiano nella storia del turismo abruzzese

Testo e foto di Antonio Bini

Una mostra a Pescara ricorda i 120 anni del Touring Club Italiano

Una gita in Abruzzo

Testo di Francesca Rapini foto Biblioteca Malatestiana di Cesena

Il fotografo cesenatese Agostino Lelli Mami e Gusavo Pagani, rispettivamente socio e console di Cesena dell'allora Touring Club Ciclistico d'Italia sarnno le guide ideali dei visitatori della mostra organizzata dal Club del Touring di Pescara

 

BIODIVERSITA'

Se mangi mi salvi

Testo e foto di Marco Di Santo, Mirella Di Cecco, Luciano Di Martino

“Coltiviamo la diversità” è un progetto per il recupero e la valorizzazione delle varietà agricole autoctone nel Parco Nazionale della Majella

 

ARCHITETTURA

A pranzo dal mugnaio

Testo di Mimma Colanzi e Antonella Rossetti foto di Sara Buzzelli

L'antico mulino di Roio torna a viviere grazie alla passione di due giovani che hanno scelto di coniugare la bellezza dei luoghi alla cucina di tradizione