Articoli

Impressionisti danesi in Abruzzo

porta floraImpressionisti danesi in Abruzzo

 

A partire dal 1 aprile il Museo Hendrik Christian Andersen ospiterà la mostra Impressionisti Danesi in Abruzzo.

A più di un secolo dall'Esposizione Internazionale del 1911 presso la Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma a valle Giulia, in cui la Danimarca era presente con circa sessanta artisti  (tra cui il grande W. Hammershoi) e più di duecento opere, questa mostra rappresenta il primo tentativo storico-critico di una rivalutazione italiana del movimento dei pittori nordici "en plein air" della seconda metà dell'Ottocento.

 

Capeggiati da Kristian Zahrtmann, che dal 1883 trovò a Civita d'Antino (Aq) la sua Arcadia, proprio in Abruzzo centinaia di pittori nordici, attratti dalla bellezza del paesaggio, decisero di infrangere le convenzioni della pittura accademica sperimentando in libertà la pittura  d'"impressione". Alla Prima Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia del 1895 il padiglione danese, che includeva oltre a Zahrtmann altri artisti segnati dall’esperienza italiana, fu apprezzato da Gabriele d’Annunzio per la “sincerità della pittura”. Il flusso di pittori scandinavi in quell’Arcadia di Val Roveto continuò ininterrotto dal 1883 (arrivo del caposcuola Zahrtmann) fino al 1915 (anno del terremoto della Marsica), che ne segnò la diaspora e la fine.

 

La mostra, di circa cinquanta opere, ideata da un comitato scientifico che include il prof. Marco Nocca (Accademia di Belle Arti, Roma), il prof. James Schwarten (John Cabot University, Roma),  il prof. Antonio Bini (esperto dei pittori danesi), il prof. Attilio Brilli (Università di Siena), Manfredo Ferrante (curatore Archivio Ferrante) è sponsorizzata dalla Fondazione Pescarabruzzo e dal suo Presidente, prof. Nicola Mattoscio, che da anni cura un incremento delle opere degli artisti  nordici attraverso l'acquisizione sul mercato antiquario, ed è il principale prestatore dell'esposizione, arricchita anche da numerosi prestiti di collezionisti privati. Partecipano con il loro patrocinio il Comune di Civita D'Antino (Aq), l'Ambasciata di Danimarca e l'Accademia Danese a Roma, l’Accademia di Belle Arti.

 

Significativa è la sede espositiva prescelta in virtù dello stretto rapporto dei pittori danesi con l’Esposizione del 1911: il museo Hendrik Christian Andersen, dimora dell’artista norvegese a partire dal 1924, attualmente museo satellite della Galleria nazionale d'arte moderna.

Il Museo, per l’originaria destinazione e per la mission contemporanea, dedica i suoi eventi  prevalentemente agli artisti nordici del XIX e XX secolo. 

 

Per approfondire l'argomento consigliamo la lettura dei libri pubblicati dal prof. Antonio Bini

L’Italian dream di Kristian Zahrtmann, Ortona, ed. 2008

Anders Trulson è qui: breve storia del pittore svedese rimasto per sempre tra le montagne abruzzesi (insieme a Sergio Bini), Ortona, 2011

 

Mostra impressionisti danesi in Abruzzo